Novità dagli Orti di Bregazzana

Nuove lavorazioni, nuovi prodotti agli Orti di Bregazzana. Vi presentiamo: Amaranto, Okra (o gombo), Mirtillo rosso Cranberry. Prodotti della terra per lo più poco conosciuti, dalle importanti proprietà nutrizionali e terapeutiche 

E in più: terminati i  lavori di potatura dei mirtilli. Stiamo preparando anche le reti di protezione dai cinghiali per evitare i danni dell’anno scorso. Stiamo per concimare i campi per la nuova stagione e cominciare a preparare i terreni per le semine ed i trapianti. L’aglio è già a dimora e siamo pronti anche con le piantine delle cipolle di tropea, bionda e rossa di toscana. Stiamo preparando un piccolo corso di orticoltura biologica e sinergica: crediamo sia importante per tutti conoscere i metodi di coltivazione e le strategie per la conservazione della fertilità del suolo.
Riprenderemo le consegne a fine febbraio. Info gstabilini@hotmail.com 

AMARANTO

L’amaranto, pur non essendo un cereale, ha molte delle proprietà benefiche di questa categoria di alimenti, ma è completamente privo di glutine.

Ha un elevato contenuto di ferro, fosforo, magnesio e potassio, è ricco di fibre alimentari e di calcio; contiene vitamine del complesso B e vitamina C. 
Le proprietà più importanti sono la capacità di abbassare i livelli di colesterolo LDL, quello cattivo, e dei trigliceridi con un effetto benefico sulla salute del cuore e sui valori della pressione arteriosa. Il basso indice glicemico rispetto ai cereali, lo rende adatto per i diabetici che possono consumarlo senza avere fastidiosi picchi insulinici.  
Per l’alto contenuto di acido ossalico se ne sconsiglia l’uso per chi soffre di patologie renali, gotta ed artrite reumatoide ed a livello intestinale inibisce l’assorbimento di calcio e zinco.

Agli Orti di Bregazzana è reperibile come farina o trasformato. 

OKRA o GOMBO

 Migliora la capacità visiva e l’elasticità della pelle

I baccelli  sono una fantastica fonte di Vitamina A e beta-carotene

Supporto nella regolazione degli zuccheri nel sangue

I semi sono in grado di normalizzare il glucosio nel sangue

Migliora la salute del cuore

Le fibre solubili aiutano in modo naturale a ridurre i livelli del colesterolo nel sangue ed anche ricca di Pectina che può aiutare a ridurre il colesterolo semplicemente modificando la produzione di bile all’interno dell’ intestino.

Supporto all’apparato digerente

Contiene fibre solubili che aiutano a mantenere il tratto intestinale pulito e in salute riducendo il rischio di contrarre alcune forme di cancro, specialmente quello del colon, aiuta nella prevenzione di costipazione e lavora come un naturale lassativo.  A differenza della crusca di frumento, che potrebbe irritare il tratto intestinale, la viscosità del gombo allevia e facilita l’eliminazione degli scarti.

Fonte di Calcio

Fornisce un’ottima quantità di calcio e magnesio ed oltre ad essere di aiuto per il sistema osseo il calcio regola il ritmo cardiaco, la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo nel sangue. Per coloro che soffrono dei sintomi da intolleranza da lattosio o sono più semplicemente vegani o vegetariani, il gombo può essere di supporto nel procurare sufficiente calcio per sopperire alla mancanza di latticini.

 Ottima fonte di proteine

I benefici del’okra sono cosi estesi che è stato soprannominato “la verdura perfetta del paesano” con la sua natura robusta, la sua fibra dietetica e le sue proteine eccellenti.

Controindicazioni:  Esiste uno studio secondo cui l’okra ostacolerebbe l’assorbimento di metformina, un farmaco utilizzato nella terapia del diabete e se ne sconsiglia l’uso in soggetti affetti da diarrea.

MIRTILLO ROSSO CRANBERRY

Un primo impianto di mirtillo rosso Cranberry sarà pronto per la fine del mese.
Le proprietà del mirtillo rosso sono dovute alla presenza nel frutto di antocianine in grado di inibire l’adesione di batteri patogeni alle pareti del tratto urinario e quindi di combattere malattie come la cistite.
Grazie alla presenza delle numerose antocianine, alla vitamina c ed ai carotenoidi il mirtillo rosso è un frutto con elevato potere antiossidante.
In campo oncologico, nei confronti di diversi tipi di cancro (esofago, stomaco, colon, prostata, vescica, glioblastoma e linfoma), il cranberry influisce sulle patologie tumorali tramite diversi meccanismi. Alcuni studi hanno dimostrato che l’utilizzo di cranberry aumenta il contenuto di molecole antiossidanti presenti nel sangue e diminuisce l’ossidazione delle LDL.

Fra le controindicazioni la possibile interazione tra il cranberry e l’utilizzo di warfarin (o coumadin), un farmaco anticoagulante. Sembrerebbe infatti che un elevato consumo di questo frutto per un periodo prolungato di tempo possa interferire con l’effetto del farmaco. Un consumo moderato e non eccessivo può essere invece consigliato a tutta la popolazione, senza particolari controindicazioni.

 

Comments are closed.