Community Day di Whirlpool al Centro Gulliver

Mercoledì 19 settembre il Centro Gulliver è stato scelto come una delle tre sedi del Community Day di Whirlpool in provincia di Varese

“Whirlpool vuol dire ricerca, innovazione, investimenti e occupazione” – sottolinea Alessandro Magnoni, Direttore Comunicazione e Relazioni Governative di Whirlpool EMEA – “ma vuol dire soprattutto vicinanza alle comunità in cui l’azienda opera. Siamo consapevoli dell’impatto positivo che possiamo generare in tutta Europa, Medio Oriente e Africa e questo ci spinge a restituire il più possibile al territorio, anche attraverso iniziative come il Community Day: un’occasione unica per riaffermare con forza i nostri valori grazie al contributo di oltre 500 colleghi-volontari per un giorno.”

“Lavoriamo quotidianamente per prenderci cura delle relazioni, spesso ferite. Per noi giornate come questa hanno un alto valore terapeutico” – racconta don Michele Barban, presidente del Centro Gulliver – “Vediamo i nostri Ospiti che lavorano accanto ai dipendenti delle Aziende. Questi momenti sono strumenti di cura a tutti gli effetti: attraverso la relazione tra di loro e con la realtà esterna si misurano. È un banco di prova verso quel reinserimento sociale e lavorativo, vero obiettivo dei nostri percorsi terapeutici.”

Dopo la prima edizione del 2017 a Milano, la seconda edizione del Community Day si è realizzata in Italia e in 10 Paesi della regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) dove i dipendenti hanno svolto volontariato a favore di 26 organizzazioni no-profit selezionate dalla Spagna al Regno Unito, dalla Francia agli Emirati Arabi, dalla Polonia al Portogallo.

In Italia le attività, che si sono svolte  a Fabriano (17 settembre), Milano (18 settembre) e Varese (il 19), a favore di 12 diverse associazioni no-profit: l’Associazione Banco di Solidarietà Alimentare Non Solo Pane Onlus, la Cooperativa Sociale Centro Gulliver, la Fondazione Renato Piatti Onlus, l’Associazione Lega del Filo d’oro Onlus, la Comunità La Buona Novella, la Casa Madonna della Rosa Onlus, l’Associazione La Strada, La Rotonda di Baranzate, Banco Alimentare Lombardia, la Fondazione Mission Bambini, ATLHA e la Cooperative Bee.4 altre menti che opera presso la Casa di Reclusione di Bollate.

 

Guarda cosa hanno scritto

ADNKRONOS
VARESENEWS
IL DUBBIO

Guarda le foto CLICCA QUI

 

 

 

Comments are closed.